Coronavirus: Fca blocca temporaneamente la produzione in Serbia – La Gazzetta dello Sport


Nell’impianto si produce la Fiat 500 L. “Abbiamo riprogrammato i tempi delle fermate di produzione” ha detto un portavoce Fiat Chrysler

Gli effetti del coronavirus si fanno sentire anche sulla produzione automobilistica in Europa. Fiat Chrysler ha annunciato di avere stoppato temporaneamente la produzione in Serbia a causa della mancanza di alcuni componenti provenienti dalla Cina. Nell’impianto di Kragujevac si produce la Fiat 500 L. L’impianto serbo era già utilizzato da Fiat per circa il 50% della sua capacità produttiva e quindi sottoposto a stop programmati. Le difficoltà nell’approvvigionamento hanno convinto il gruppo a riprogrammare le fermate.

Fermate riprogrammate—  

“A causa della indisponibilità di alcuni componenti provenienti dalla Cina, abbiamo riprogrammato i tempi delle fermate di produzione presso lo stabilimento di Kragujevac in Serbia. Stiamo lavorando per garantire l’approvvigionamento dei componenti e la produzione verrà riavviata nel corso di questo mese” ha detto un portavoce di Fca. “Non prevediamo che questo cambiamento nella pianificazione avrà un impatto sulla produzione totale prevista per il mese”, sottolinea ancora. In Corea del Sud hanno fermato temporaneamente le linee anche Hyundai, Kia e Renault.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *