Milan-Juve, la moviola di Coppa Italia: Calabria, braccio largo. Hernandez e Dybala… – La Gazzetta dello Sport


Direzione complicata e insufficiente quella di Valeri a San Siro nella semifinale d’andata di Coppa Italia: riesce a scontentare sia Milan che Juve

Partiamo dalla fine e cioè dal fallo di mani di Calabria che porta al rigore del pari, dopo l’on field review di Valeri suggerita dal Var. Il difensore del Milan viene colpito sul braccio mentre è di schiena dalla rovesciata di Ronaldo. Argomenti a favore: braccio largo, Calabria aumenta il volume per ostacolare il tentativo di girata. Argomenti contrari: distanza ravvicinata e Calabria è voltato di schiena, non vede la palla colpita dal portoghese. L’episodio ricorda il penalty concesso al Brescia a Cagliari alla prima giornata di Serie A, ma c’è una piccola differenza: Cerri saltò mancando la palla prima di essere colpito sul braccio dal tocco dell’avversario, invece Calabria va per ostacolare un tiro, assumendosi il rischio col braccio largo. Basta per il rigore? Un po’ di dubbio resta.

Al 19′ s.t. Valeri lascia correre una sbracciata di Rebic a Cuadrado in area: il croato rischia. Ammonizioni pesanti ai diffidati Ibra (giusta) e Castillejo (protesta plateale, ma il fallo su Alex Sandro è dubbio). Rosso a Hernandez: netto il secondo giallo per fallo in ritardo su Dybala, sul primo l’azione andava già interrotta per l’irregolarità di Dybala su Bennacer. Insomma, errori da una parte e dall’altra che fanno arrabbiare tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *