Sentenza Uefa, così il City: “Delusi, non sorpresi. Faremo ricorso al Tas” – La Gazzetta dello Sport


Attraverso il proprio sito, il club inglese prende posizione circa i due anni di esclusione dalle competizioni europee

Attraverso il proprio sito ufficiale, il City ha replicato alla Uefa e alla sua decisione – durissima – di escluderlo dalle competizioni europee per due stagioni con tanto di ammenda da circa 30 milioni di euro: “Il Manchester City è deluso, ma non sorpreso dall’annuncio della Camera Giudicante della Uefa. La società ha sempre sottolineato il bisogno di cercare un organo indipendente e un processo per giudicare in modo imparziale l’intero corpo di prove inconfutabili a sostegno della propria posizione”.

Il comunicato prosegue: “Nel dicembre 2018, il capo investigatore della Uefa ha presentato in anteprima – e pubblicamente – l’esito e la sanzione da consegnare al nostro Club, ancor prima che iniziasse qualsiasi tipo di indagine. Nel successivo processo, condotto sempre della Uefa, ci sono stati pochi dubbi sul risultato finale. A livello formale, il Club ha presentato reclamo all’organismo disciplinare della Uefa: reclamo convalidato da una sentenza della Cas. Il caso è stato avviato dalla Uefa, perseguito dalla Uefa e giudicato ancora dalla Uefa. Dopo la chiusura di questo processo, il prima possibile il Club chiederà un giudizio imparziale, per poi avviare il procedimento con il Tribunale Arbitrale per lo Sport”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *