Coronavirus, boom dei mercatini “a domicilio” per i piccoli produttori dell’Etna


Ortaggi, pasta, frutta e formaggi portati a casa a Catania e provincia. Il presidente di “Terre dell’Etna” Maurizio Palermo: «Il complimento più bello? Una signora che mi ha ringraziato per sua madre con la febbre “Oggi grazie a voi mangerà verdure fresche”»

CATANIA – La loro clientela è fatta di aficionados ma soprattutto di persone informate, che comprano frutta e verdura di qualità, di stagione e direttamente dai produttori. Il filo che lega i clienti dei mercatini “Terre dell’Etna” rischiava di interrompersi con il dilagare dell’emergenza sanitaria e, invece, produttori, standisti, commercianti, si sono rimboccati le maniche e incoraggiati dal presidente dell’associazione Maurizio Palermo, hanno lanciato sul web il servizio a domicilio per frutta, verdura, ortaggi freschi, per tutti i prodotti, dal miele alla farina, dal formaggio ai salumi, dalle mandorle al pane, all’olio, alle conserve, che  – a Catania e nei paesi dell’hinterland – si trovano settimanalmente nelle piazze, “raccontati” dalla voce diretta dei produttori locali. 

In dieci giorni, dal secondo decreto della Presidenza del Consiglio (siamo arrivati a sei), il servizio è “esploso” e tutti vogliono i prodotti freschi a casa. «Siamo partiti con due standisti – ricorda Maurizio Palermo – adesso siamo arrivati a quasi 500 consegne a settimana su Catania e provincia. Ogni settimana, 20 furgoni si muovono per consegnare gli stessi prodotti che i consumatori trovano settimanalmente nelle diverse piazze. È una grande fatica, ma per noi è anche una grande soddisfazione. Una signora mi ha inviato un messaggio su WhatsApp per ringraziarmi di una consegna fatta nel centro per anziani dove si trova la madre, mi ha scritto “Frutta e verdura fresca sono arrivate anche a mia mamma che è a letto con la febbre. Sono felice!”, per me è stata una grande emozione. In questo momento sono importanti anche queste cose, stiamo lavorando per il futuro, il futuro di persone responsabili».

Uno degli addetti alla consegna

Palermo, fa da “filtro” fra i clienti e i produttori. Il suo telefono in questi giorni non ha mai smesso di squillare. «La consegna è gratuita e ho chiesto ai produttori di rispettare i prezzi del mercatino e la freschezza dei prodotti, questo è tassativo».  La merce che viene consegnata gratis settimanalmente, a seconda delle zone, viene ordinata dal consumatore direttamente al produttore, per via telefonica. “Terre dell’etna-mercatini bio e km zero” è il nome della pagina facebook per mettersi in contatto.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *