Due anni fa la morte di Fabrizio Frizzi. Intervistato a La vita in diretta svelava: “Non mi arrabbio da anni”


Due anni fa moriva Fabrizio Frizzi. Il suo cuore cessò di battere all’ospedale Sant’Andrea di Roma dopo un periodo difficilissimo in cui ha aveva lottato per la sua salute. Il 23 ottobre 2017, infatti, era stato colto da una lieve ischemia cerebrale mentre stava registrando una puntata del quiz L’Eredità. Venne ricoverato all’Umberto I e poi dimesso a novembre. Sostituito al timone della trasmissione L’Eredità da Carlo Conti, torno alla condizione il 15 dicembre. A fine gennaio nel corso di una intervista televisiva rivelò che stava combattendo per la sua salute in nome della piccola figlia, Stella. Il 25 marzo 2018 le sue condizioni sono peggiorate improvvisamente. Ricoverato d’urgenza per emorragia cerebrale al Sant’Andrea di Roma, morì nelle prime ore del 26 marzo. Nella camera ardente allestita nella sede Rai di Viale Mazzini, ricevette il tributo di oltre 10mila persone tra amici, colleghi e fan. I funerali furono trasmessi in diretta televisiva su Rai 1. Il 6 luglio la Rai gli intitolò gli Studi televisivi Dear, rinominati Studi televisivi Fabrizio Frizzi.

Pubblichiamo una intervista Rai che Fabrizio Frizzi aveva rilasciato a La Vita in Diretta. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *