Morto Hidalgo, profeta del “calcio champagne”: vinse gli Europei ’84 – La Gazzetta dello Sport


Diede ai Bleus un gioco brillante, esaltato dalla classe di Platini. Aveva 87 anni ed era malato da tempo: il suo decesso non sarebbe legato al coronavirus

“Calcio champagne”. È un’espressione che ha fatto epoca e resterà per sempre legata al nome di Michel Hidalgo, morto oggi a 87 anni dopo una lunga malattia che l’aveva debilitato. Il decesso del c.t. campione d’Europa nell’84 con la Francia non sarebbe dunque legato alla pandemia di coronavirus.

Bel gioco—  

Il momento d’oro della carriera da allenatore di Hidalgo è stato nella prima metà degli Anni 80, quando sedeva sulla panchina dei Bleus. Che prima arrivarono in semifinale al Mondiale ’82 in Spagna (chiudendo il torneo al quarto posto) e poi vinsero l’Europeo di casa, mostrando sempre un gioco scintillante, piacevole e votato all’attacco. In quella nazionale la stella era Michel Platini, ma anche Giresse, Tigana, Genghini e Fernandes davano un grande contributo. Cresciuto in Normandia, da giocatore era stato un buon centrocampista, capace di vincere il campionato nel ’55 col Reims e di arrivare in finale di Coppa dei Campioni l’anno seguente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *