Dijks macina chilometri: l’olandese è tornato volante


Dopo la botta al costato dello scorso settembre, il terzino è scomparso dai radar. Contro il Cagliari Mihajlovic potrebbe schierarlo titolare per la terza volta di fila

Quasi dieci chilometri percorsi alla prima partita contro la Juventus, undici nella seconda contro la Sampdoria: se prima fosse stato tutto normale, saremmo nei numeri classici di un terzino sinistro; quando invece si parla di Mitchell Dijks che prima della gara della ripartenza aveva fatto 9 mesi fuori dai campi, beh, allora qualcosa di particolare c’è. L’olandese è tornato volante. Il Bologna ha ripreso a macinare punti, domani sera (19.30) avrà un match point al Dall’Ara con vista sull’Europa contro il Cagliari, e intanto si gode la riappacificazione col calcio dell’olandese che sparì dai radar il 22 settembre 2019 e che il 22 giugno è riapparso senza cercare soste o scuse.

INTOCCABILE

—  

Pagato zero perché prelevato a scadenza di contratto dall’Ajax, Mitchell Dijks è stato da subito plusvalore del Bologna che l’estate scorsa ha rifiutato un avvicinamento del Milan dal valore di 20 milioni di euro. Il Diavolo, dopo il rifiuto del club di Saputo di mettersi al tavolo delle trattative, andò a prendere Theo Hernandez. Sinisa Mihajlovic lo fece subito titolare nella sua cavalcata da fine gennaio in poi, quella che portò il Bologna a collezionare 30 punti in 17 partite agguantando la famosa salvezza. E lo aveva piazzato inevitabilmente lì, da subito, sulla corsia di sinistra in questa stagione: con Tomiyasu a destra, Dijks doveva creare un bi-turbo di notevole pressione per gli avversari, e infatti le prime quattro gare hanno visto il giapponese e l’olandese come treni delle corsie. Poi? E’ il 22 settembre 2019 e Dijks esce a fine primo tempo dal match contro la Roma per un colpo al costato. Da quel giorno, solo imprecazioni.

MULTA E RIENTRO

—  

Perché nel frattempo Mitchell cerca di recuperare ma durante un allenamento finisce per prendere un pestone al piede destro: compare un edema all’illice (secondo dito) che lo costringerà a stare fermo settimana e settimane, a curarsi anche in Olanda e – scelta per la quale è stato multato dalla società – a rilasciare un’intervista non autorizzata all’ex big olandese Van der Meyde in cui parla senza filtri. Multato, appunto, dal Bologna, Dijks poco alla volta rientra in carreggiata e in città e si rimette in pari: prima del lockdown, la tabella del suo rientro diceva che sarebbe dovuto andare in panchina per Bologna-Juventus. Ma Bologna-Juventus salta e lui ha il tempo di recuperare. Finora, due gare, voti buoni e chilometri a perdifiato: ne aveva voglia, Mitchell, e si vede. Ora capiremo se domani sera Mihajlovic lo metterà ancora titolare, per la terza volta di fila. Sono alte le probabilità che questo succeda: perché lui è l’olandese volante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shell İndir HackLink w4rezm Oyun Hileleri