Le probabili formazioni della 29esima giornata di Serie A


Conte orientato a confermare Godin ed Eriksen nonostante le prove non convincenti al Tardini. Nel Milan tocca ancora a Rebic prima punta: Ibra verso la panchina

30 giugno – 0:12
– Milano

La 29ª giornata è aperta martedì dalle squadre torinesi: il Toro ospita la Lazio e poi tocca alla Juve, di scena al Ferraris contro il Genoa. Sei partite in programma il mercoledì: l’Inter riceve il Brescia (19.30), il Milan va in casa della Spal (21.45). Il big match di giovedì è Atalanta-Napoli (19.30), chiude il quadro di questo turno la sfida tra Roma e Udinese (21.45).

Torino-Lazio (martedì ore 19.30)

—  

Torino Longo non recupera Zaza ed è intenzionato a dare una chance a Verdi in attacco. Ansaldi si prende la fascia sinistra, il ballottaggio tra Berenguer e Rincon renderà più o meno offensivo l’assetto dei granata contro la seconda in classifica.

Lazio Immobile e Correa non sono al meglio, ma dovrebbero essere loro a formare la coppia d’attacco di Inzaghi. Cataldi recupera solo per la panchina, a dare sostanza in mezzo al campo con Milinkovic e Luis Alberto ci sarà Parolo.

Genoa-Juventus (martedì, ore 21.45)

—  

Genoa Nicola deve sciogliere gli ultimi dubbi in attacco: al momento Sanabria e Iago sono favoriti su Pinamonti e Pandev. Sempre out Criscito, a sinistra c’è Barreca. Cassata insidia il posto da titolare all’ex Sturaro.

Juventus “Douglas Costa è un’arma letale dalla panchina”, ha detto Sarri dopo il poker al Lecce. E infatti nel tridente con Ronaldo e Dybala parte Bernardeschi, col brasiliano pronto a subentrare. Danilo rientra dalla squalifica e Matuidi può tornare a centrocampo, accanto al futuro blaugrana Pjanic.

Bologna-Cagliari (mercoledì, ore 19.30)

—  

Bologna Schouten e Medel sono i maggiori indiziati a completare il trio di centrocampo insieme a Soriano, ma non è tagliato fuori nemmeno Svanberg. Mihajlovic vuole continuità da Barrow dopo il colpaccio di Genova: ci sarà lui in attacco con Orsolini e Palacio.

Cagliari Zenga a caccia del tris di vittorie consecutive: Nainggolan, Nandez e Rog sono confermatissimi dietro a Simeone e Joao Pedro. A sinistra Pellegrini si riprende il posto, spodestando Lykogiannis.

Inter-Brescia (mercoledì, ore 19.30)

—  

Inter Secondo turno di squalifica da scontare per Skriniar, Conte è orientato a confermare la fiducia a Godin, nonostante gli stenti del Tardini. Più Eriksen di Sanchez, mentre le condizioni ancora imperfette di Brozovic potrebbero valere un’ulteriore chiamata da titolare per Borja Valero.

Brescia La vittoria è sfumata sia a Firenze che col Genoa, ma Lopez ha trovato un assetto equilibrato per la sua squadra, con la coppia d’attacco Donnarumma-Torregrossa e Zmrhal davanti a Tonali. Semprini e Papetti confermati nella linea difensiva.

Fiorentina-Sassuolo (mercoledì, ore 21.45)

—  

Fiorentina Iachini torna in panchina dopo la squalifica e ritrova Chiesa, lui pure fermato dal Giudice Sportivo contro la Lazio. Ne fa le spese Cutrone, ancora riserva nonostante sia squalificato Vlahovic. Ghezzal in vantaggio su Duncan, Ribery spera di ripetere la grande prova dell’Olimpico.

Sassuolo La doppietta di Verona da subentrante riporta d’imperio Boga nell’undici di partenza, così come Djuricic, che al Bentegodi ha riposato. Rogerio, autore del gol del 3-3, dovrebbe partire dalla panchina.

Lecce-Sampdoria (mercoledì, ore 21.45)

—  

Lecce La squalifica di Lucioni induce Liverani a schiarare una coppia centrale formata da Meccariello e Paz. Saponara e Falco avranno il compito di fornire palloni di qualità a Babacar, pronto a iniziare la gara da prima punta.

Sampdoria Sempre privo di Quagliarella, Ranieri ha in mente di dare un po’ di fiato a Gabbiadini: il titolare dovrebbe essere Bonazzoli, a segno contro il Bologna. Dietro di lui agirà da mezzapunta Ramirez.

Spal-Milan (mercoledì, ore 21.45)

—  

Spal Di Biagio è intenzionato a proporre di nuovo la coppia “pesante” Petagna-Cerri, come a Napoli. D’Alessandro favorito su Strefezza, Dabo probabile compagno di centrocampo per Valdifiori.

Milan Ibrahimovic sì, ma almeno inizialmente in panchina. Il terminale offensivo dall’inizio sarà Rebic, supportato dal trio Castillejo-Paquetà-Calhanoglu. A destra, in difesa, Conti è avanti su Calabria.

Verona-Parma (mercoledì, ore 21.45)

—  

Verona Kumbulla out per squalifica, c’è Empereur. Più Zaccagni di Verre, mentre il gol al Sassuolo ha rafforzato le credenziali di Pessina per il posto nell’undici di partenza. Davanti c’è Di Carmine.

Parma Senza lo squalificato Kucka D’Aversa rivoluzionerà il centrocampo: Brugman dividerà la linea mediana gialloblù con Barillà e Hernani. In attacco, Kulusevski e Gervinho supportano Cornelius.

Atalanta-Napoli (giovedì, ore 19.30)

Atalanta Malinovskyi fermato per un turno, Ilicic favorito su Pasalic. Dopo Gosens a Udine, stavolta dovrebbe riposare Hateboer, con inserimento di Castagne. Gomez e Zapata non si toccano, nonostante la doppietta di Muriel alla Dacia Arena.

Napoli Politano ha rifiatato contro la Spal e si riprende il lato destro del tridente a discapito di Callejon. Mertens e Insigne intoccabili, mentre a centrocampo tornano Zielinski e Demme.

Roma-Udinese (giovedì, ore 21.45)

Roma Centrocampo da inventare per Fonseca, vista la simultanea squalifica di Pellegrini e Veretout: in mezzo dovrebbe toccare a Villar e Cristante. Il trio Under-Pastore-Mkhitaryan dovrà rifornire di palloni Dzeko.

Udinese Riecco la fantasia di De Paul, mentre in attacco si rivede l’ex Okaka a far coppia con Lasagna. La prova di Zeegelaar contro l’Atalanta potrebbe aver convinto Gotti a dargli una chance al posto di Sema a sinistra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shell İndir HackLink w4rezm Oyun Hileleri