Sport di contatto e di squadra, un’Italia a due facce. E un settore che non riparte


In Sicilia, Puglia, Liguria, Veneto e in parte in Abruzzo sono praticabili, nel resto del Paese ancora no. Il polverone politico: lettera di Spadafora a Conte senza risposta

“Italia sì, Italia no” cantavano Elio e le storie tese ne “La terra dei cachi”, quasi un quarto di secolo fa. “Italia sì, Italia no” titolava il suo ultimo libro Margherita Hack, nel 2013, poco prima di morire. Rock demenziale o sorta di testamento pratico che fossero, entrambe le “opere” ben definiscono quel che oggi sta succedendo lungo lo Stivale che cerca di uscire dell’emergenza Covid-19 in merito alla pratica dei cosiddetti sport di contatto (dal basket alla pallavolo, dal rugby al calcetto, dal pugilato alle arti marziali).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shell İndir HackLink w4rezm Oyun Hileleri