Serie B, Pescara-Perugia 2-2. Mezz’ora choc, poi la rimonta biancorossa. Ma i play out incombono – Corriere dell’Umbria



Nicola Uras

10 luglio 2020

Un inizio orribile, poi la rimonta e, alla fine, la sensazione di aver lasciato dei punti per strada. Perché il Perugia dopo una mezz’ora folle, ha avuto il merito di rientrare in partita (tenuto a galla da Vicario) e sfiorare la vittoria con il Pescara. E se il punto arresta l’emorragia dopo due sconfitte, non basta però perché il Perugia continua a scivolare in classifica e ora i play out sono a soli due punti. Con il Cosenza la vittoria è un obbligo per non complicarsi, ulteriormente, la stagione. Primo tempo folle. Passano appena 12’ che il Pescara passa in vantaggio con Galano (12’, 1-0). Il Perugia però è subito dall’altra parte con due colpi di testa: prima Iemmello colpisce il palo (14’) poi Carraro divora da pochi metri (15’). In questo primo scorcio di partita le due difese fanno acqua da tutte le parti: Galano sciupa un contropiede (18’), mentre Maniero non perdona. Cross dalla sinistra sul secondo palo, Di Chiara si addormenta e così Maniero è libero di incornare sul palo lontano per il raddoppio (23’, 2-0) e rinverdire così la tradizione di anti grifone (sesto gol al Perugia). Il Grifo sta sotto un treno e rischia l’imbarcata. Lo tiene a galla Vicario con due parate miracolose, figlie dell’istinto, su Pucciarelli e Maniero, una dopo l’altra (26’). Cosmi prova a rianimare il suo Perugia togliendo Dragomir e inserendo Buonaiuto per un 3-4-1-2 a trazione anteriore, ma è ancora il Pescara a sfiorare il tris con un pallonetto a campo aperto di Memushaj (30’). Il Pescara non riesce a chiudere la partita e così il Perugia rientra in partita. Da uno spiovente di Mazzocchi nasce il gol: Carraro svetta, palla sulla traversa con il portiere a terra e Iemmello rapace nel ribadire in rete (42’, 2-1). Ancora un cross di Mazzocchi e in tre provano a toccarla: Buonaiuto, Iemmello e Di Chiara, che ingannano Fiorillo, per un insperato pareggio che poi la Lega – dopo una sequela di interpretazioni – affibbia a Buonaiuto (46’, 2-2). Nella ripresa il Perugia sembra averne di più ma non trova il guizzo giusto tra un palo (scorribanda di Mazzocchi) e un diagonale di Melchiorri largo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shell İndir Oyun Hileleri